I Tamil e MIA

Premessa

Lo Sri Lanka è da decenni teatro di una guerra civile sollevata dall’etnia Tamil per lindipendenza delle regioni settentrionale ed orientale dell’isola (si, lo Sri Lanka è un’isola) e la fondazione dello stato sovrano socialista Tamil Eelam .

Il gruppo militare che muove l’azione ha un nome che evoca giochi nel giardino di casa fantasticamente trasformato in una giungla, con spade di legno e granate-pompelmo : Tigri (per la liberazione della patria) Tamil.

Dopo un decennio di predominio sulle regioni occupate le Tigri si sono trovate, nell’estate 2009, circondate dall’esercito cingalese (si, gli abitanti dello Sri Lanka si chiamano anche cingalesi) in una zona di un km quadrato, con il generale e fondatore ucciso e (?) una connessione internet da cui hanno emanato un comunicato stampa attestante la resa. La vicenda resta poco chiara e la resa è contestata dalle stesse Tigri.

Fatto

Ieri sera per addormentarmi ho mandato l’iPod in random beccando BirdFlu di MIA. Ricordandomene stamattina ho lanciato una ricerca semplice sui soliti canali: youtube, wikipedia e myspace. Ho scoperto:

– nonostante tutti noi crediamo che sia un’indiana naturalizzata inglese, MIA (Mathangi “Maya” Arulpragasam) è nata a Londra ma ha vissuto tra lo Sri Lanka e i campi profughi per Tamil, a causa dell’attivismo politico del suo papà, Arul Pragasam (arular è il titolo del suo primo album)

– nonostante canti in inglese, lo ha imparato soltanto alla fine degli anni 80, quando effettivamente è tornata nella natia Londra con la mamma Kala (che ha dato nome al suo secondo album) e i suoi fratelli

– prima di mettersi a cantare e produrre musica MIA è streetartist (realizza opere su tela con gli spray) e videomaker, una delle sue prime opere è stata acquistata da Jude Law

Conclusione

MIA è a sua volta un’attivista per la questione dell’indipendenza dei Tamil e Time Magazine nel 2009  l’ha nominata tra le 100 persone più influenti al mondo, probabilmente per essersi spesa in prima persona recriminando il genocidio attuato e taciuto dal governo cingalese a danno della popolazione di etnia Tamil.

questo video è stato girato in un campo profughi Tamil

Annunci

Informazioni su mursie

Quando avevo vent'anni credevo che mi sarei salvata. Nei propilei dei trenta mi sono resa conto che sta andando tutto bene. E che uso parole come propilei senza provare vergogna alcuna.
Questa voce è stata pubblicata in fatti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...