the best thing that you’ve ever had/ non si tratta di fortuna

Questi giorni mi capita di pensare a quasi un anno fa. Agli errori e alla fortuna enorme che mi ha travolto, come una cascata di monetine d’oro e diamanti, leggeri come petali, profumati di mare e preziosi. E penso alle mezze parole non dette, a quelle che ho fatto bene a dire, al prendersi in giro, alludere continuamente, cercarsi per dire cose stupide, parlare di se e ancora alludere a come ci si comporterebbe se si stesse insieme. Sempre senza dirlo sul serio. Tutta una marea di faccine e punti di sospensione.

Poi succede, per caso, quando fai finta di non aspettartelo ma, davvero, non vedi l’ora che accada. Ogni momento ti sembra quello giusto, e ti senti bellissima, perfetta, brillante. Sua.

E ci si rende conto che non è solo fortuna, che quello che è diventata la quotidianità, nel suo splendore travolgente, è stato costruito, pezzo su pezzo. Come quei primi scambi di parole, come il primo caffè insieme (si inizia sempre da un caffè), come scambiarsi il numero e saltare su un treno in corsa: è tutto cercato e volontario.

La fortuna non esiste se non le diamo una spintarella.

Annunci

Informazioni su mursie

Quando avevo vent'anni credevo che mi sarei salvata. Nei propilei dei trenta mi sono resa conto che sta andando tutto bene. E che uso parole come propilei senza provare vergogna alcuna.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...