In do minore,

in fa, in si bemolle, che tanto faceva male alle mani quel cazzo di barrè.
Non fa più male: è una questione di equilibrio, di calli e di volontà. L’equilibrio tra il tempo del lavoro, il tempo della mondanità e il tempo nostro. I calli alle giornate che sfiniscono, agli attacchi esterni, ai momenti di scoraggiamento. La volontà di non farci pesare le nostre scelte importanti, grandi, coraggiose.
L’equilibrio: è sempre tempo nostro.
I calli: noi, inscalfibili.

La volontà.

parole, cap. III

Annunci

Informazioni su mursie

Quando avevo vent'anni credevo che mi sarei salvata. Nei propilei dei trenta mi sono resa conto che sta andando tutto bene. E che uso parole come propilei senza provare vergogna alcuna.
Questa voce è stata pubblicata in zittizittipianopiano e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...