mi avevi già convinto al ciao

LUI: Ciao. Sto cercando mia moglie. Un attimo. D’accordo, ok. Ok. Se deve succedere qui allora deve succedere qui. Non ti permetto di sbarazzarti di me. Cosa mi rispondi? Un tempo era la mia specialità, sai ero bravo nel salotto, mi mandavano a casa, e io li convincevo. E ora io proprio non lo so. Ma stasera, per il nostro progetto, per la nostra società è stata una serata molto importante. Una serata molto molto importante. Ma non era completa. Non era neanche lontanamente avvicinabile ad una qualsiasi possibile completezza, perché non potevo condividerla con te. Non sentivo la tua voce e non potevo ridere insieme a te. Mi manca mia moglie. Viviamo in un mondo cinico. Un mondo cinico. E lavoriamo in un ambiente di persone fortemente competitive. Io ti amo. Tu mi completi e io dovevo…

LEI: Smettila. Stai zitto. Mi avevi già convinto al “ciao”. Mi avevi già convinto al “ciao”.

da Jerry Maguire

grazie all’enciclopedico Paolo per essere risalito al film dalla mia a dir poco sbeccucciata citazione. Il senso è questo: chi non vorrebbe una vita da film, in cui si riesce sempre a dare le risposte giuste, quelle che creano il magico effetto, in cui se proprio la musica non deve partire, almeno la immagini o la senti dentro, in cui la voce fuori campo è rassicurante (e quasi sempre è quella di un vecchio e sereno protagonista)?

Lo sceneggiatore del mio film ce l’ha a morte con il mio personaggio.

Annunci

Informazioni su mursie

Quando avevo vent'anni credevo che mi sarei salvata. Nei propilei dei trenta mi sono resa conto che sta andando tutto bene. E che uso parole come propilei senza provare vergogna alcuna.
Questa voce è stata pubblicata in farfalle e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a mi avevi già convinto al ciao

  1. Andre ha detto:

    Spesso ci si fossilizza troppo sull’aspettare un tipico momento da film,oppure il tipico figo/a da film,che non ci si rende conto che non si fa altro che perder tempo prezioso sognando ad occhi aperti. Non che la cosa sia assolutamente da abrogare,anzi. Tuttavia bisognerebbe concentrarsi più su quello che si ha rispetto a quello che non si possiede e,perciò,si vorrebbe avere.
    Tanto giusto quanto difficile è trovare un giusto equilibrio tra istinto romantico/sognatore e capacità di relazionarsi al mondo reale.

    L’essenziale è invisibile agli occhi :)

    Citazione banale,già letta e sentita anche in commenti di persone non dallo spiccato quoziente intellettivo…ma quanto cavolo è vera :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...