cose da fare quando piove

uscire con la vespa

innamorarsi di un paio di scarpe e comprarle

cercare un vestito da abbinare alle scarpe

stringersi per non bagnarsi troppo

parlare parlare parlare

alzare il volume della musica fino a coprire il suono dell’acqua

spegnere la musica per sintonizzarsi con il suono dell’acqua sugli alberi di agrumi

ricordare una poesia che canta la pioggia (taci, su le soglie del bosco non odo parole che dici umane..)

 

(tratto da una storia vera, la mia…)

e voi? quali sono le vostre? qual è il vostro rapporto con la pioggia?  io, oggi, le voglio bene.

Annunci

Informazioni su mursie

Quando avevo vent'anni credevo che mi sarei salvata. Nei propilei dei trenta mi sono resa conto che sta andando tutto bene. E che uso parole come propilei senza provare vergogna alcuna.
Questa voce è stata pubblicata in farfalle e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a cose da fare quando piove

  1. Dave Stravoz ha detto:

    La pioggia con la sua l’acqua ed il suo rumore parla chiaro: stai rovistando nel baule della memoria?
    Che bella, la pioggia. M’è sempre piaciuta.
    Ho spesso immaginato, tra le bolle d’aria e d’acqua nelle pozzanghere e nei miei pensieri impermeabili, Jim Morrison senza ombrello che cammina a passi lunghi per non bagnarsi mentre declama:
    “Taci. Su le soglie
    del bosco non odo
    parole che dici
    umane; ma odo
    parole più nuove […]” (ovvero “La Pioggia nel Pineto”, la declamava tutta… merveilleuse n.d.DS)”
    e parimenti Grabriele D’Annunzio che guida la sua X Flottiglia M.A.S. a bordo di mezzi d’assalto mentre urla a squarciagola a tutti i reparti: “Alcuni dicono che la pioggia è brutta, ma non sanno che permette di girare a testa alta con il viso coperto dalle lacrime”.
    Tutto questo sotto gli occhi-occhiali-cinepresa di Woody Allen che, sputando per terra, mugugna: “Amo la pioggia, lava via le memorie dai marciapiedi della vita”.
    Poi la bolla scoppia e tutto finisce.

  2. lepierrespinale ha detto:

    la pioggia…anche a me oggi è piaciuta. quando si dice “era quello che ci voleva”. non so perchè ma è stato così…poi ti vengono in mente strane associazioni (vedi mio ultimo post). Ma quello è normale…

  3. Marco ha detto:

    ciao, non sò niente di te, non sò ki sei, mi sono trovato in questa tua pagina casualmente e mi riconosco nelle tue parole. Ovviamente non per il vestito(sarei alquanto ambiguo se vestissi abiti femminili;) ma per la visione ke hai di quel momento bagnato…grazie, mi ha fatto piacere passare di qua!

  4. mursie ha detto:

    grazie a te per aver sopportato le mie parole :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...